Cinque propositi per l’anno nuovo dedicati a aspiranti leader

La Harvard Business Review (HBR) ha pubblicato, nell’ultimo numero del 2011, 5 propositi per l’anno nuovo che suggerisce ad aspiranti leader.

Forse non sono cose nuovissime, ma sono quelle giuste. Eccole nell’ordine in cui le riporta l’articolo:

  • Trovarsi un mentore. Significa trovare una persona che ammiriamo per il successo raggiunto, per i valori che esprime e per lo stile che adotta e chiedere a questa persona di diventare nostro sponsor. La prima parte non è sempre banale, la seconda richiede coraggio, ma vale la pena.
  • Formare un gruppo di sviluppo di leadership. Significa trovare altre 5-7 persone con cui trovarsi periodicamente per condividere e discutere le sfide e le opportunità della leadership. Serve a sentirsi meno soli, oltre che a sviluppare la leadership. Un po’ americano come consiglio? Se da noi non si fa, peggio per noi: un’occasione di crescita mancata.
  • Fare volontariato. Di qualsiasi tipo sia, amplia gli orizzonti e insegna a comunicare e lavorare in ambienti diversi.
  • Lavorate o almeno viaggiate in un paese nuovo. La sensibilità culturale è una competenza in ascesa.
  • Passare più tempo a fare domande che a dare risposte. In un mondo che cambia, l’atteggiamento vincente è una profonda curiosità per ciò che ci circonda, accompagnata all’umiltà di accettare che le risposte che siamo in grado di dare da soli sono veramente poche (e non riguardano le grandi sfide delle organizzazioni e del mondo).

Cosa ne pensate? Cosa aggiungereste? Cosa eliminereste?