Votiamo le donne per le battaglie che possono portare avanti per tutti

suffragist_emmeline_pankhurst_mousepad Come avrete letto nei giorni scorsi, il Senato ha approvato il ddl sulle Europee che introduce la parità di genere dal 2019, quando “in ciascuna lista i candidati dello stesso sesso” non potranno “eccedere la metà”. E’ stata anche inserita, bontà loro, una norma transitoria che si applica al voto di maggio:  nel caso l’elettore esprima tre preferenze (fattispecie credo abbastanza rara), una di queste dovrà riguardare un candidato di sesso diverso rispetto agli altri due.  Per molte di noi è stata una delusione e la conferma di alcuni sospetti, per esempio che gli uomini desiderano tenere il potere per loro (e non esitano a usare argomenti come il merito per gettare fumo negli occhi).

Mandare delle donne al Parlamento Europeo  in queste condizioni è certo più difficile, ma non impossibile. Alle elezioni europee si possono esprimere le preferenze. Non so quante e quali donne ci saranno nelle liste,  ma mi piacerebbe che quelle che ci sono ricevessero tante preferenze. Non dico certo di farlo a caso (con internet non è così difficile sapere cosa abbiano fatto le candidate e i loro programmi) e ognuno ovviamente sceglierà all’interno del partito che sostiene.

La ragione per cui vorrei che le donne arrivassero al Parlamento Europeo non riguarda solo le effettive pari opportunità, ma anche le battaglie che le donne possono portare avanti per tutti. Emmeline  Pankhurst, l’attivista britannica che guidò il movimento suffragista  inglese e diede un contributo importante all’ottenimento del diritto al voto per le donne diceva: Dobbiamo liberare metà della razza umana, le donne, perché possa liberare l’altra metà.

Info Odile Robotti
Odile Robotti, ha una laurea in Economia Politica (Università Bocconi), un MBA (SDA Bocconi) e un Ph.D in psicologia (University College London). Ha lavorato in IBM e in McKinsey&Co prima di fondare la società di formazione manageriale Learning Edge (www.learningedge.it). È docente presso l’Università Vita-Salute San Raffaele e cofondatrice e presidente di un’organizzazione di volontariato (MilanoAltruista) e di un’associazione senza fini di lucro (ItaliaAltruista).

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: