Scegliere cosa pensare

choiceLo spunto di riflessione estiva N. 2, ispirato a  David Foster Wallace, riguarda la consapevolezza.

Foster Wallace  parla della differenza tra “capacità di pensare” (per capirci: il rigore logico, il pensiero analitico-razionale, ecc.)  e “capacità di scegliere cosa pensare”.

Naturalmente, la prima è la più facile, l’abbiamo imparata a scuola e affinata nel lavoro. La esercitiamo tutti i giorni. E’ anche più facile da misurare e valutare.

La seconda è più difficile da afferrare e, nella concitazione della vita quotidiana, rischia di essere trascurata. L’estate è un buon momento per schiacciare il tasto “reset”. Il primo passo per farlo è convincersi che “l’orientamento di fondo di una persona rispetto al mondo e al significato della sua esperienza non è cablato in automatico come l’altezza e il numero delle scarpe, o assorbito dalla cultura come la lingua”. In altre parole: noi possiamo selezionare ciò a cui prestiamo attenzione, possiamo  scegliere ciò a cui diamo significato e quale  significato dare in modo deliberato e personale.  Dobbiamo solo aumentare la consapevolezza con cui guardiamo il mondo (cioè disinserire il pilota-automatico).

Quello che Foster Wallace dice si applica a tutti, ma forse per noi donne ha un’utilità in più. Ci hanno trasmesso, tramite gli stereotipi, una serie di limitazioni e convinzioni (es. cosa significhi essere donna, come essere una buona madre o moglie/compagna, ecc.) che abbiamo in parte fatto nostre e spesso non mettiamo in discussione (non siamo tonte noi, sono gli stereotipi che sono diabolici).  Esercitare un controllo consapevole su quello che si pensa, scegliendo di dare significato a ciò che ci importa veramente, può esserci particolarmente utile.

Info Odile Robotti
Odile Robotti, ha una laurea in Economia Politica (Università Bocconi), un MBA (SDA Bocconi) e un Ph.D in psicologia (University College London). Ha lavorato in IBM e in McKinsey&Co prima di fondare la società di formazione manageriale Learning Edge (www.learningedge.it). È docente presso l’Università Vita-Salute San Raffaele e cofondatrice e presidente di un’organizzazione di volontariato (MilanoAltruista) e di un’associazione senza fini di lucro (ItaliaAltruista).

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: