L’Italia non è un paese per donne

L’Italia non è un paese per donne, diciamolo una volta per tutte e poi parliamo di come cambiare le cose.

Nel Global Gender Gap Index 2011 del World Economic Forum, che misura le disparità complessive di genere nell’accesso alle opportunità e alle risorse (non i livelli assoluti), l’Italia è 74esima su 135 paesi. Per quanto riguarda la partecipazione all’economia e alle opportunità, l’Italia è addirittura 90esima.  La percentuale di partecipazione femminile al lavoro in Italia è in Italia è infatti il 46.4%  anche se ormai più donne arrivano alla laurea degli uomini  (la media EU di partecipazione femminile al lavoro è il 58.6%).

Le presenza femminile nei Consigli di Amministrazione, ce lo dice una ricerca di McKinsey, è al 3% (per dare dei riferimenti: in Norvegia è al 32%, in UK al 12%, in Francia all’8%).

E’ chiaro che c’è molto da fare. Concentriamoci sul futuro.

Info Odile Robotti
Odile Robotti, ha una laurea in Economia Politica (Università Bocconi), un MBA (SDA Bocconi) e un Ph.D in psicologia (University College London). Ha lavorato in IBM e in McKinsey&Co prima di fondare la società di formazione manageriale Learning Edge (www.learningedge.it). È docente presso l’Università Vita-Salute San Raffaele e cofondatrice e presidente di un’organizzazione di volontariato (MilanoAltruista) e di un’associazione senza fini di lucro (ItaliaAltruista).

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: